In questi mesi non si è fatto che parlare di Player Unknowns: Battlegrounds, grande titolo del momento insieme alla versione free con cui si è molto confrontato, Fortnite.
Ad ora sono stati riportati alcuni misteriosi Ransomware che costringono l’utente a giocare. (Non vi ricorda un po’ Sword Art Online? Anche se ancora presto per la nuova stagione dell’anime!)

bkgdklfqpzmaf3fc6fej

Il virus si chiama PUBG Ransomware, innanzitutto, non permette di leggere alcuni file presenti sul proprio disco. Quando un PC viene infettato, l’utente deve necessariamente giocare a Battlegrounds per sbloccare definitivamente i propri contenuti.

“I tuoi file sono criptati da PUBG Ransomeware, ma non preoccuparti! Non è difficile sbloccarlo! Non voglio soldi! Devi solo giocare a PUBG per un’ora”.

PUBG Inc. – sviluppatore ed editore del gioco – sta lavorando ad alcune misure di sicurezza per arginare questo problema e consiglia gli appassionati di utilizzare un buon antivirus.

Gli esperti rassicurano tutti i malcapitati che la propria sicurezza non è stata violata, infatti questo ransomware colpisce esclusivamente i dati presenti sul desktop.
Lo sblocco avviene solo dopo tre minuti di gioco e non dopo un’ora dichiarata.

 

Leggi anche
Secondo Aaron Greenberg i fan di Xbox One riceveranno più giochi giapponesi

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui