Valve

Ondata di ban per Valve

I saldi estivi di Steam del 2017 sono terminati il 5 luglio. Appena 24 ore dopo più di 40 mila account sono stati bannati dal VAC, il sistema anti-cheat di Valve. Si tratta della più grande ondata di ban della piattaforma, che supera di molto quella di 15mila account avvenuta nell’ottobre 2016. Come spesso accade si usano i saldi per acquistare il gioco in più account per testare nuovi hack o semplicemente riacquistarlo dopo un ban precedente.

Valve

Il sistema anti-cheat di Valve infatti non blocca l’intero account, ma solo le funzionalità online del titolo per il quale c’è stata la violazione. Per alcuni giochi l’uso di cheat da una possibilità in più di dare profitto, poiché in base alle proprie prestazioni si ottengono ricompense che possono essere vendute nel Mercato della Comunità di Steam. Però, un volta ottenuto il VAC ban, anche l’inventario del gioco in questione viene bloccato per sempre. Si calcola infatti che siano stati “buttate” quasi 10.000 dollari di skin per Counter Strike.

Valve

Gli hack più usati in Counter Strike sono WallHack e AimBot. Il primo permette di vedere i nemici attraverso i muri. Il secondo invece riguarda la mira, infatti da la possibilità di avere una percentuale molto alta di colpi alla testa.

Noi siamo contro i cheater, infatti siamo estremamente contenti di ciò che è accaduto. Sopratutto per i giocatori onesti che vedono le loro partite rovinate a causa di queste persone che non sono in grado di giocare in maniera ONESTA.

Leggi anche
Microsoft: Forza Motorsport 7 peserà 100GB

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui