Xbox One X

E’ stata presentata la nuova console di Microsoft Xbox One X, precedentemente conosciuta come “Project Scorpio”. Microsoft ha annunciato che la console sarà disponibile da novembre per 499€, un prezzo forse un po’ troppo “premium”, ma sicuramente conveniente se riuscirà ad onorare le premesse con quale è stata presentata. Ma andiamola ad analizzare nei dettagli.

Pura potenza

La nuova entrata di Microsoft è dotata dello stesso processore della console uscita nel 2013, ovvero una CPU Octa-core AMD Jaguar, con un clock leggermente più alto. L’aggiornamento più consistente riguarda però il reparto grafico. La nuova console sarà infatti dotata di una scheda video dalla potenza nominale di 6 TFlops , molto superiore ai 1.3 TFlops della versione base. Inoltre la RAM del reparto grafico ammonterà a ben 12GB con tecnologia GDDR5, sostituendo le ormai obsolete (almeno per quanto riguarda il gioco) DDR3. Microsoft promette un’esperienza di gioco in UHD (3840*2160 pixel) nativo, dunque senza texture scalate, come avviene invece nella PS4 Pro.

Oltre al hardware interno, la console porta delle migliorie anche nel reparto storage. Il drive interno (quello fornito in dotazione è un HDD da 1TB) sarà infatti sostituibile senza dover faticare troppo (fatica che era invece necessaria sulle versioni precedenti). Come nella One S il dispositivo sarà completo di un lettore Blu-Ray 4k.

Design sempre più pulito

Da quell’orribile console del 2013 che ricordava un videoregistratore e non aveva neanche l’alimentatore al suo interno, Xbox si è evoluta anche nel campo del design. Le dimensioni non si discostano molto dalla Xbox One S, rispetto alla quale però manca una presa d’aria sulla parte superiore. Adesso infatti le prese d’aria saranno localizzate ai lati del dispositivo e dietro al pannello I/O posteriore. Sarà disponibile con un colore nero opaco. L’alimentatore come nella One S sarà interno.

Partenza difficile per i titoli

Microsoft ha specificato che su Xbox One X i giochi dovranno essere aggiornati in modo da supportare le texture in 4K. Molti aggiornamenti però potrebbero non essere disponibili al lancio, il che potrebbe rallentare il “decollo” (già reso non troppo facile dal prezzo) della nuova piattaforma della casa di Redmond.

Le esclusive presentate promettono invece molto bene. La nuova console sarà accompagnata dal lancio di Forza Motorsport 7, un aggiornamento con Shaders, effetti di luce e texture in UHD per Minecraft, Crackdown 3 e Battlegrounds. Sono state anche annunciate altre esclusive programmate per il 2018.

Leggi anche
PUBG diventa mobile

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui