ExaDrive DC
Nimbus Data, specializzata nelle soluzioni di memoria flash, ha annunciato ExaDrive DC100, la più grande unità a stato solido (SSD) mai prodotta da ben 100TB.

Con oltre 3 volte la capacità del più vicino concorrente, l’ExaDrive DC100 assorbe anche l’85% in meno di energia per terabyte (TB). Queste innovazioni riducono il costo totale di proprietà per terabyte del 42% rispetto agli SSD delle imprese concorrenti, contribuendo ad accelerare l’adozione della memoria flash sia nell’infrastruttura cloud che nel computing periferico.

“Con il calo dei prezzi delle memorie flash, la capacità, l’efficienza energetica e la densità diventeranno i fattori determinanti per la riduzione dei costi e il vantaggio competitivo”, è stato dichiarato da Thomas Isakovich, fondatore di Nimbus Data. “L’ExaDrive DC100 soddisfa queste sfide sia per le applicazioni data center che per quelle edge, offrendo capacità senza pari in un design a bassissima potenza.”

ExaDrive DC

Mentre gli SSD esistenti si concentrano sulla velocità, il DC100 è ottimizzato per capacità ed efficienza. Con la sua architettura multiprocessore in attesa di brevetto, il DC100 supporta una capacità molto maggiore rispetto ai controllori flash monolitici.

ExaDrive DC100 è protetto da una garanzia di  5 anni. Eliminando le restrizioni confuse tra drive-writes-per-day, il DC100 offre tranquillità, riduce i cicli di aggiornamento dell’hardware ed elimina costosi rinnovi del supporto. I condensatori incorporati garantiscono che i dati memorizzati nel buffer siano protetti in modo sicuro in caso di improvvisa perdita di alimentazione. Il DC100 offre un tempo medio tra i guasti (MTBF) di 2,5 milioni di ore. La crittografia, i processori ECC multipli e una funzionalità di cancellazione sicura garantiscono la sicurezza dei dati.

Questa SSD, a differenza delle altre, ha fattore di forma 3,5 “ed è dotata dell’interfaccia SATA che consente piena compatibilità con centinaia di piattaforme di storage e server.

La serie ExaDrive DC include modelli da 100 TB e 50 TB e saranno disponibili la prossima estate. Il prezzo sarà simile agli SSD aziendali esistenti su base per terabyte, offrendo al contempo costi operativi inferiori dell’85%. Nel complesso, la serie DC ExaDrive avrà un costo inferiore del 42% per terabyte su un periodo di 5 anni rispetto agli SSD aziendali esistenti.

 

Danneggiati 60.000 wafer NAND di Samsung a causa di un blackout
Leggi anche
MSI mostra la sua scheda di espansione M.2 basata su un dissipatore per GPU

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui