Huawei è al lavoro sul prossimo Kirin 980, il SoC di nuova generazione che debutterà sul nuovo Mate 20 nel corso di questo autunno, che sembra già mostrare risultati interessanti presso le principali piattaforme di benchmark. Stando a delle nuove indiscrezioni, pare che Kirin 980 non sarà l’unica carta vincente di Huawei nel 2019: a cambiare notevolmente le carte in tavola ci penserà il misterioso Kirin 1020, un SoC in grado di sprigionare una potenza elevatissima e di offrire supporto alle reti 5G.

Secondo quanto riferito dai colleghi di GizChina, il presunto Kirin 1020 potrebbe ottenere punteggi AnTuTu quasi doppi rispetto a quelli realizzati dall’attuale Kirin 970. Si parla di circa 400.000 punti – a discapito dei 217.000 circa ottenuti da Kirin 970 – un valore in grado di superare i già elevatissimi risultati ottenuti dal primo passaggio di Kirin 980, fermatosi a circa 356.000 punti.

Huawei dovrebbe avviare la produzione di massa di Kirin 1020 non appena le prime reti 5G cominceranno ad essere disponibili, quindi a 2019 inoltrato. Il vero punto di forza di questo SoC, infatti, è proprio il supporto alla connettività di nuova generazione, cosa che non sarà possibile con l’imminente Kirin 980.

Con il lancio di Kirin 970, Huawei ha portato sul mercato il primo SoC dotato di un comparto hardware pensato per la gestione dei calcoli di Machine Learning, tuttavia le prestazioni del chip non riescono ad eguagliare quelle delle proposte concorrenti. Le cose dovrebbero cambiare con il debutto di Kirin 980 e successivamente di 1020.

Leggi anche
Huawei Mate 10 Lite a breve disponibile all'acquisto

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui