Manca sempre meno all'uscita dei nuovi Coffee Lake
  • Una mossa solo economica o un’implementazione di nuove funzionalità per i Coffee Lake?

Nel nostro presente, gran parte delle notizie ci raggiungono grazie ai social network, e proprio così ASRock tramite un tweet dal suo account ufficiale, in risposta alla domanda di un utente, ha svelato che i prossimi processori Coffee Lake di Intel non saranno compatibili con le schede madri esistenti della serie 100/200 (h,b,z). Ciò significa che se avete una scheda madre di questo tipo, è già vecchia e che probabilmente servirà un nuovo adattatore per il dissipatore.

Il tweet da parte di ASRock

Il classico sviluppo tick-tock di Intel è arrivato ad un momento di pausa, dovuto all’instabilità del silicio a livello fisico in queste misure di grandezza (al momento il più piccolo processore in silicio ha un’architettura di 10nm). Ciò significa che avremo più generazioni sulla stessa scala litografica. Un esempio sono i Coffee Lake, con architettura 14nm++. Questa terza revisione a 14 nm di Intel prevede inoltre di portare più cores rispetto alle passate generazioni, per fronteggiare i processori RyZen di AMD. Si vocifera inoltre che la nuova gpu integrata che adotterà intel sarà una parente di quella che AMD utilizza nelle sue cpu della serie A.

Più cores e prestazioni allo stesso prezzo fanno sempre piacere, ma sarebbe meglio trovare un vero motivo per passare ad un nuovo socket. Ci si aspetta nuove funzionalità in risposta a ciò, come il PCIe 4.0.

Il cambio di socket di Intel sembra una scelta orientata solo ad ottenere maggiori introti; dall’altro lato abbiamo invece AMD che  supporterà il socket AM4 fino al 2020. Ciò corrisponde a futuri aggiornamenti  del processore e quindi più economici,cosa che a quanto pare ad Intel non sembra interessare.

Leggi anche
ASUS mostra il suo VivoPC X VR-Ready

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui