Nvidia Max-Q Design

Al Computex di Taipei è stato presentato da Asus il portatile Zephyrus. Questo promette di possedere la potenza di una NVIDIA GTX 1080, rinchiusa in un notebook dallo spessore inferiore ai 2 centimetri. Si sono viste proposte simili anche da parte di MSI e Clevo. Questa drastica riduzione dello spessore rispetto ai normali notebook da gaming è dovuta al nuovo design MAX-Q NVIDIA.

Cos’è l’architettura MAX-Q?

Partiamo dai presupposti. Il termine “MAX-Q” deriva dalla condizione massima, ma allo stesso tempo ideale, del carico aerodinamico di un velivolo. NVIDIA ha scelto questo termine per indicare il suo nuovo design per i PCB delle schede video per notebook. Le nuove schede video che adotteranno questo design del PCB permetteranno infatti di avere consumi e temperature molto più basse (dai 90W a 110W per le GTX 1080). Questo a patto di perdere un 10% delle performance rispetto allo stesso modello desktop (ovviamente Founders Edition) della scheda video. Questo nuovo design permetterà inoltre di ridurre il suono prodotto dalle ventole di dissipazione, grazie anche alla ridotta emissione di calore.

Consumi, clock e prestazioni delle nuove schede

Entrando nel dettaglio dunque queste nuove schede consumeranno il 40% in meno della versione desktop corrispondente. Ovviamente oltre ai consumi anche i clock della GPU e delle memorie si ridurranno. Di seguito vi riportiamo una tabella riassuntiva.

In merito però al risparmio energetico ed il differente impatto sulla durata della batteria non si sa nulla. Da quanto scritto sopra dovrebbe diminuire il consumo energetico, ma alcune funzionalità che esamineremo di seguito potrebbero influire sulla durata effettiva dei dispositivi.

Rumorosità

Per quanto riguarda il volume delle ventole e dissipatori NVIDIA promette un massimo di 40 dbA sotto carico massimo, ma questa sarà una cosa che dipenderà dalle rispettive aziende costruttrici. NVIDIA metterà inoltre a disposizione un programma per un’impostazione ottimale di: prestazioni, consumi e velocità della ventola, così da ottenere il migliore compromesso. Questa funzionalità potrà essere comunque disattivata per usufruire della massima potenza disponibile.

La grande incognita del prezzo

Dei modelli annunciati al Computex, di nessuno di questi è stato diffuso il prezzo. Non si sa se NVIDIA vorrà far pagare per il PCB di dimensioni ridotte o terrà conto del rapporto prezzo/prestazione effettivo. Sicuramente diminuiranno i costi per i costruttori che potranno avvalersi di dispositivi raffreddamento meno voluminosi e batterie meno capienti. Ci si aspetta il commercio dei primi portatili di questo tipo per il terzo trimestre del 2017.

Leggi anche
XIGMATEK Annuncia dissipatore per CPU Whiz

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui