iphone x
Secondo Ming-Chi Kuo, noto analista di KGI Securities, i preordini del nuovo iPhone X sono già arrivati a 40/50 milioni.

Come è stato ben evidenziato dal trend, inusuale per Apple, di code quasi inesistenti negli Store per l’uscita ufficiale dei melafonini, la richiesta di iPhone 8 e il fratello Plus non è delle più elevate. Infatti i due telefoni sono sempre stati disponibili sia negli store fisici che sul sito internet senza mai dare segno di scorte limitate come gli anni precedenti.

Nonostante la grande richiesta di iPhone X, Apple pare abbia chiesto di rallentare la produzione dei componenti perché, pare, vi siano difficoltà nell’assemblare la fotocamera TrueDepth utile al riconoscimento facciale. Questo perché il processo di assemblaggio richiede maggiori attenzioni rispetto ai classici sensori a cui siamo abituati. Visto questo “intoppo”, i fornitori pare stiano consegnando ad Apple solo il 40% dei pezzi richiesti.

Apple

Probabilmente i tempi di attesa per il nuovo smartphone targato cupertino saranno molto lunghi se non si riuscirà ad acquistarne uno al day one. Le novità non mancano come non mancheranno le code e le attese sul sito per il preordine. E’ probabile che si andrà a rivivere una situazione simile all’iPhone di colorazione JetBlack o alle AirPods.

Sarà una mera scelta di marketing o solamente un problema di assemblaggio? Ai posteri l’ardua sentenza.

 

Leggi anche
Galaxy Note 9: si alla S Pen e somiglianza con Note 8

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui