Apple
Dopo 2 ore di live stream si è conclusa ieri sera la presentazione dei nuovi prodotti Apple. Il best-buy del Keynote 2017 è senza dubbio l’iPhone X.

Durante la presentazione di questo device si percepiva un senso di innovazione, proprio come quando Steve Jobs presentò, 10 anni fa, il suo primo iPhone. Ecco perché è stato chiamato più volte “iPhone Ten” da Tim Cook, facendo presagire cambiamenti nel mondo del mobile nella prossima decade. Ma vediamo questo fantastico smartphone più da vicino.

Iphone X

Lo smartphone:

Arriverà in 2 colorazioni, argento e nero. Il device ha una cornice in acciaio ed è realizzato in vetro sia sul retro che nella parte frontale. Nonostante abbia uno schermo di diagonale superiore rispetto a quella di un iPhone “Plus”, risulta molto più compatto grazie alla quasi assenza delle cornici. Apple ci propone un tradizionale pannello flat con risoluzione 2436×1125 e 458 ppi. Il suo Super Retina Display da 5.8 pollici potrebbe stracciare la concorrenza. Non è un pannello IPS bensì un OLED, consentendo di riprodurre neri più profondi, colori più vividi e brillanti, ottimizzando anche i consumi. Da iPad Pro arriva la tecnologia True Tone. Quest’ultima consente di regolare la tonalità dello schermo in base alle luci presenti nell’ambiente in cui ci si trova. Scontato è ormai l’HDR10. Non manca inoltre il supporto per il Dolby Vision e il 3D Touch.

Apple

Hardware:

Il cuore pulsante di questo iPhone X è il più potente mai realizzato da Apple, in grado di competere anche con i nuovi iPad Pro. Si tratta dell’A11 Bionic, una CPU con 6 Core a 64-bit con 4.3 bilioni di transistor. Si divide in 4 core Mistral a basso consumo e 2 core Monsoon ad alte prestazioni. Assistita inoltre da 3GB di memoria RAM. Si tratta della prima volta che Apple introduce il processo produttivo a 10nm. La GPU invece è più veloce del 30% rispetto alla scorsa generazione. Questa CPU include anche un nuovo chip Neural Engine dual core che riesce a calcolare 600 miliardi di operazioni al secondo per analizzare al meglio forme e profondità del volto.

Il Face ID:

Addio tasto Home. Per tornare alla Home basta scorrere dal basso verso l’alto. Il Multitasking, invece, può essere richiamato semplicemente scorrendo dal basso verso l’alto fino a metà dello schermoPer attivare lo schermo basterà toccare lo schermo, nulla di più semplice. Per l’attivazione di Siri, invece, si potrà premere il tasto laterale, ora più grande per risultare più comodo.

Leggi anche
Apple: manda in pensione iPod Nano e lo Shuffle

FACE ID

Lo sblocco del device avverrà con Face ID: basterà guardare iPhone X per far si che il telefono ci riconosca e si sblocchi. Non sarà necessario assumere posizioni particolari e il tutto funzionerà anche al buio. Tutto si basa sulla realtà aumentata a cui si somma una rete neurale integrata all’interno del nuovo processore A11 Bionic. Face ID imparerà letteralmente la nostra faccia, chi siamo, sarà in grado di riconoscerci anche dopo aver cambiato taglio di capelli. Tutto ciò è possibile grazie ai nuovi sensori integrati nella cornice superiore (l’unico spazio trapezoidale nero). Ovviamente è importante anche la sicurezza, secondo i test di Apple il Face ID risulta ancora più sicuro rispetto a Touch ID. Quest’ultimo verrà supportato non solo dalle applicazioni di Apple ma anche, ovviamente, da tutte le app terze che attualmente supportano il Touch ID.

Su iPhone X arriveranno anche le nuove Animoji. Le quali sfruttano il riconoscimento facciale per far assumere espressioni ed addirittura per dare voce alle nostre emoticons. La tecnologia del Face ID si estenderà anche ad app terze come Snapchat che potranno utilizzare il tracciamento preciso del volto per generare effetti ancora più credibili.

Multimedialità:

FACE ID

iPhone X utilizza un doppio sensore da 12 megapixel, f/1.8 con la possibilità di catturare l’83% di luce in più. È dotato di un doppio stabilizzatore ottico (uno per ogni sensore) in modo da scattare sempre foto che non risultino mosse. Ci sono miglioramenti anche per la fotocamera anteriore, sempre da 7 megapixel, che grazie al Face ID consente di acquisire selfie con profondità di campo che sembrano davvero eccezionali. Presente anche un True Tone Flash di nuova generazione con quattro LED. Sul nuovo iPhone X troviamo anche la funzione Portrait Lightning che consente di creare diversi effetti nei ritratti acquisiti con la doppia fotocamera. Tutto ciò è possibile grazie alla nuova tecnologia che consente di riconoscere i diversi piani di profondità. Dal punto di vista dei video, invece, iPhone X riesce a registrare filmati fino alla risoluzione 4K a 60fps, un qualcosa di straordinario e di esclusivo al momento nel mercato smartphone, mentre gli slow motion riescono a raggiungere i 240 fps anche a risoluzione 1080p FullHD. Ovviamente tutto girerà con iOS 11 lanciato ufficialmente il 19 settembre e verrà quindi preinstallato su tutti gli iPhone X in uscita.

Leggi anche
A11 Bionic di Apple: più potente di un MacBook

iPhone X include l’LTE Advanced e il nuovo standard Bluetooth 5.0. È anche presente la ricarica wireless. A tal proposito Apple venderà anche un apposito caricatore, chiamato AirPower, per alimentare contemporaneamente iPhone X (o iPhone 8) Apple Watch e AirPods (queste ultime ora in vendita con un caricatore wireless opzionale).

Prezzi.

iPhone X partirà da 999$ negli Stati Uniti con i preordini che si apriranno il 15 ottobre. Le prime consegne e i primi ordini partiranno dal 3 novembre. Sono previsti due soli tagli di memoria, 64 GB e 256 GB. I prezzi per l’Italia sono però decisamente più alti: si parte infatti da 1.189€ per il modello da 64 GB e si sale a 1.359€ per la variante da 256 GB.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui