Anche Blackberry punta forte sulla fascia media del mercato. In occasione di IFA 2018 l’azienda canadese ha infatti alzato il sipario sul nuovo smartphone Key2 LE. La scheda tecnica del nuovo prodotto è stata ovviamente pensata per il segmento di appartenenza, incluso il prezzo di listino.

Blackberry ha deciso di giocare sul sicuro, implementando lo Snapdragon 636 di Qualcomm accoppiato a 4 GB di RAM.

Il display è un’unità da 4,5 pollici con risoluzione 1080 x 1620 pixel, protetto da un vetro con curvatura 2.5D, un particolare estetico davvero d’impatto dal vivo. La diagonale così ridotta è giustificata dalla presenza di una tastiera fisica QWERTY, vero marchio distintivo di questo Key2. Blackberry parla di tasti del 10% più larghi rispetto al KeyOne, con l’implementazione dello Speed Key per avviare rapidamente determinate funzionalità

Sul retro è posizionata una dual-camera, con sensore principale da 13 MP e obiettivo f/2.2 accoppiato a un secondo sensore da 5

MP con obiettivo f/2.4. Il modulo fotografico è leggermente sporgente, ma non dovrebbe compromettere l’ergonomia. Sulla parte anteriore c’è una fotocamera da 8 MP, in grado di registrare video in Full-HD a 30 fps.

Infine, capitolo prezzo e disponibilità. Blackberry Key2 LE arriverà in Italia nel corso di questo mese a 399 euro. Si tratta di un prezzo coerente con il segmento di appartenenza, un pò elevato rispetto ai modelli proposti da alcuni brand concorrenti (Xiaomi su tutti), che però non offrono la peculiarità della tastiera fisica QWERTY, che dovrebbe rappresentare una delle principali ragioni per scegliere questo smartphone.

Inoltre, la presenza dello Snapdragon 636 potrebbe in qualche modo creare una sorta di concorrenza interna con il Key2, equipaggiato invece con lo Snapdragon 660 e posizionato a 649 euro. Molto però dipenderà dallo street price, con questa versione LE che potrebbe calare più velocemente di prezzo rispetto al fratello maggiore. Vedremo ciò che accadrà nelle prossime settimane.

Leggi anche
Apple Bug, carattere indiano blocca il melafonino. Ecco la soluzione!

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui