Come da tradizione, AnTuTu ha aggiornato la classifica degli smartphone Android con i punteggi più alti sulla propria piattaforma di benchmark. Per il mese di maggio, a primeggiare è stato lo Xiaomi Black Shark, il dispositivo dell’azienda cinese pensato per il gaming, che integra determinate soluzioni tecniche evidentemente in grado di fare la differenza in termini di prestazioni pure.

Xiaomi Black Shark è basato sullo Snapdragon 845 accoppiato a 8 GB di RAM e a 128 GB di storage. Una piattaforma hardware che, coadiuvata da un raffreddamento a liquido in grado di far abbassare la temperatura della CPU di 8 gradi sotto sforzo, è stata in grado di far ottenere allo smartphone un punteggio nel benchmark AnTuTu di 268.994. L’azienda cinese sembra dunque aver compiuto un ottimo lavoro, fermo restando come tutto vada testato con l’utilizzo quotidiano del dispos

20180608223548 63053

Al secondo posto si è posizionato il OnePlus 6 con 267.511 punti, mentre il gradino più basso del podio è stato occupato dal Galaxy S9+ (265.132, versione con Snapdragon 845). Samsung è inoltre presente con più prodotti nella top 10: Galaxy S9 con Snapdragon 845, Galaxy S9 e S9+ con Exynos 9810 (sono le varianti commercializzate in Europa, Italia inclusa). Da sottolineare anche la presenza, al quarto e al sesto posto, del Sony Xperia XZ2 Compact e del Sony Xperia XZ2.

l resto della top 10 di AnTuTu è composto dallo Xiaomi Mi Mix 2S e dal Huawei Mate 10 Pro, smartphone quest’ultimo che, fino alla classifica di marzo, occupava posizioni di vertice. Insomma, com’era prevedibile l’arrivo sul mercato dei top di gamma 2018 ha rivoluzionato gli equilibri nel benchmark. Una situazione che è destinata a modificarsi ulteriormente nei prossimi mesi.

xiaomi black shark immagini 3
Xiaomi Black Shark

 

In tal senso, sarà interessante verificare il posizionamento anche degli altri smartphone pensati per il gaming. Tra questi, impossibile non pensare all’ASUS Rog Phone, presentato in occasione del Computex 2018 e destinato ad arrivare anch’esso sul mercato europeo.

Leggi anche
Smartphone in classe anche per i docenti

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui