google ddos malware play store wirex
Google ha eliminato 300 applicazioni dal Play Store dopo che son state scoperte essere connesse ad un attacco DDoS. I ricercatori sostengono che le applicazioni stessero infettando i dispositivi per bombardare siti con traffico illegittimo. La botnet chiamata WireX è stata notata da Akamai (un CDN).

Uno dei clienti di Akamai è stato preso di mira da WireX all’inizio di questo mese. Il traffico è arrivato da centinaia di migliaia di indirizzi IP, mostrando la potenza e la diffusione di questo malware.

“Abbiamo individuato circa 300 app associate al problema. Le abbiamo bloccate dal Play Store e stiamo procedendo a rimuoverle da tutti i dispositivi interessati. I risultati dei ricercatori, combinati con le nostre analisi, ci hanno permesso di proteggere meglio gli utenti di Android, ovunque.”
– Google

google ddos malware play store wirex

Le applicazioni infette fornivano una varietà di servizi apparentemente legittimi. Il malware celato nell’applicazione permetteva in qualsiasi momento, di sfruttare tale device per attaccare in maniera combinata un dominio altrui. La condizione unica era che il dispositivo fosse acceso. Non è chiaro quanti dispositivi siano stati infettati. Un ricercatore di Akamai ha detto al giornalista Brian Krebs che tale numero potrebbe essere di circa 70.000.

Questo è solo un esempio di applicazioni contenenti malware che entrano nel Google Play Store. All’inizio di questo mese Google ha lanciato diverse applicazioni che contenevano software di sorveglianza nascosti. Proprio la scorsa settimana, i ricercatori hanno trovato malware per scopi bancari nel Play Store.

Se si ha qualche dubbio sulla sicurezza di un’applicazione, la soluzione è fare una ricerca sullo sviluppatore e controllare quali permessi l’applicazione necessita sul dispositivo.

Leggi anche
Google: Android O è ufficialmente Android Oreo.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui