Cosa sono gli switch meccanici

Gli switch sono degli interruttori meccanici che sono andati a sostituire le tastiere a membrana. La differenza sostanziale tra membrana e switch sta nella comunicazione.

Nei tasti a membrana vi è un membrana gommata che attutisce la corsa del tasto e solo dopo aver terminato la corsa del tasto viene comunicata al PC l’effettiva digitazione.

Negli switch invece la cosa è diversa: per premere un tasto non è necessario aspettare l’effettivo fine corsa del tasto, ma basta applicare una pressione pari alle specifiche del tasto. Questo cambiamento ovviamente garantirà un interazione tra tastiera e PC molto più veloce ( in termini di millisecondi). Le differenze possono essere notate ovviamente durate una sessione di gioco per quanto riguarda la rapidità, e durante l’uso quotidiano per quanto concerne la precisione di digitazione. Inutile sottolineare come il fattore determinante rimanga del tutto personale, ed ognuno sia portato a preferire un tipo di switch rispetto un altro.

Al giorno d’oggi ci sono un infinità di switch disponibili sul mercato, a partire dagli switch Cherry, fino a quelli proprietari Logitech o Razer. Procediamo ad analizzare gli switch più utilizzati.

Cherry MX Black

Cherry MX Black e Red sono quelli con la risposta alla pressione più semplice: questi interruttori rispondono in maniera lineare alla pressione senza fornire alcun feedback se non il fine corsa.

La principale differenza tra i Cherry MX Black e Red sta nella forza che serve a metterli in azione. Nei Black, risalenti al 1984, trovate una molla piuttosto rigida e richiede 60 grammi di forza per essere attivata.

Serve quindi una discreta pressione per attivarli, non adatti quindi al digitatore frenetico, ma d’altro canto questo si riflette in velocità di ritorno piuttosto alte e una discreta resistenza alla digitazioni errate. Solitamente i Cherry MX Black sono apprezzati dai giocatori di RTS, i giochi di strategia.

Cherry MX Red

La tipologia Cherry MX Red, ben più recente (2008) della precedente, offre lo stesso tipo di risposta degli “switch neri” ma necessita di meno forza per essere messa in movimento: 45 grammi. Sono tra i tasti più impiegati sulle tastiere meccaniche da gaming proprio per la loro bassa necessità di forza, il ché si traduce in un minor affaticamento delle dita durante le lunghe sessioni di gioco.

Leggi anche
Etichetta Alimentatore, come si legge? - Tech in Pillole

Cherry MX Brown

Cherry MX Brown rientra nei tasti tattili, ovvero che durante la digitazione offrono una risposta al tatto data da uno scalino a metà corsa. Questo permette al digitatore di distinguere chiaramente se la pressione è stata sufficiente ad attivare il relativo carattere.

Una feature apprezzata da molti, come dimostra anche il discreto numero di tastiere meccaniche che implementano Cherry MX Brown, e che permette di contenere la rumorosità visto che il clic è sostituito dalla sensazione al tatto.

Cherry MX Blue

Cherry MX Blue gode di una notevole popolarità sopratutto tra i digitatori più veloci. Il feedback restituito da questi tasti è infatti piuttosto importante visto che a quello tattile, grazie allo stesso scalino dei Brown, aggiunge un corposo ed udibile click.

Forse non sono consigliabili negli ambienti dove si condivide lo spazio di lavoro e i 50 grammi necessari ad attivarli non le rendono assolutamente morbide. Sicuramente sono il TOP se siete alla ricerca di tasti che vi permettano un’elevata velocità nella digitazione, pur mantenendo un’ottima precisione. Difatti risultano più comodi dei cherry mx Red, per il semplice motivo che sarà molto più difficile con questi premere inavvertitamente il tasto di fianco a quello desiderato.

Altri switch Cherry MX

La lista di interruttori, e relativi tasti, Cherry MX si allunga con altre opzioni adottate meno frequentemente ma che promettono di accontentare davvero ogni dito:

  • Cherry MX Clear: questi possono essere considerati dei Brown più duri, visto che mantengono la stessa struttura ma servono ben 65 grammi di forza per attivarli
  • Cherry MX Grey: una variante dei precedenti ancora più resistente, da 80 grammi e solitamente impiegata solo nelle barre spaziatrice Clear
  • Cherry MX Green: sono fondamentalmente dei Blue con più resistenza, ossia 80 grammi
  • Cherry MX White: una versione più moderna dei Green che si differenzia per essere più silenziosa
  • Cherry MX Super Black: estremamente rigidi (150 grammi) e lineari vengono impiegati per le barre spaziatrici delle Black
  • Cherry MX Dark Grey: come i precedenti ma con 80 grammi di resistenza
  • Cherry MX Speed: pensati per essere arrivati velocemente, grazie alla corsa di appena 1,2 mm

Switch meccanici di altri prodotturi: TTC, Alps, Razer

I Cherry MX sono senza ombra di dubbio gli switch più famosi e diffusi. Con il passare degli anni però si sono diffusi anche altri produttori. Molti come TTC (i suoi switch li trovate sulla tastiera meccanica di Xiaomi) creano delle vere e proprie copie degli switch più famosi.

Leggi anche
La Scheda Madre - Tech in Pillole

Ci sono poi gli Alps, i cui rappresentanti principali (visto che gli altri sono ormai in via di estinzione) sono i Black Alps, silenzionsi e con forza di attuazione di 60 grammi, e i White Alps, con clic e forza di attuazione tra i 60 e i 70 grammi.

Ovviamente i produttori di periferiche di un certo livello stanno cercando di dare un’identità ai propri prodotti con soluzioni proprietarie. È il caso di Razer che sulle sue tastiere impiega particolari switch come il Razer Green (50 grammi), l’Orange (45 grammi) e gli Yellow(45 g, silenzioso).

Caso particolare di Razer sono i Mecha-Membrane, switch ibridi che uniscono la risposta del meccanico con la silenziosità della membrana.

 

Alla prossima Pillola di Tech!

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui