dimissioni di Mark Zuckerberg

Il social di Facebook ultimamente è stato travolto da un ciclone mediatico della fuga di dati avvenuta da Cambridge Analytica, con la diffusione dei dati privati dal social di Mark Zuckerberg. Dopo questo scandalo in molti chiedono le dimissioni di Mark Zuckerberg dal ruolo di CEO di Facebook.

Il dissenso degli investitori

Molti investitori del social sono rimasti molto scontenti dalle cose avvenute all’azienda negli ultimi tempi e attribuirebbero la colpa al CEO di Facebook.Gli investitori quindi chiedono a grande voce le dimissioni di Mark Zuckerberg a causa di questi avvenimenti.

Di seguito riportiamo le parole di Scott Stringer,uno dei più grandi investitori del social blu,che ha ben 895 milioni di dollari in azioni del social:

“Siamo preoccupati per la struttura del consiglio di amministrazione che l’azienda non sembra sia intenzionata ad affrontare, il che può portare a rischi, reputazionali, normativi, e di altro tipo”

dimissioni di Mark Zuckerberg

Gli investitori che chiedono le dimissioni di Mark Zuckerberg

Secondo Scott e gli altri investitori di maggiore rilevanza, Facebook dovrebbe eliminare la struttura azionaria dual-class, che ha permesso all’attuale CEO di diventare invulnerabile grazie all’accentramento del potere in un unica figura.

È ormai da eoni che Mark Zuckerberg nell’immaginario comune viene visto come un dittatore sulla sua piattaforma, e gli investitori vogliono che venga fatto più spazio ai revisionatori piuttosto che alla squadra del CEO.

No comment

Dopo questi scandali Facebook si è rifiutata di rilasciare opinioni e commenti sul pensiero di Scott e gli altri azionisti;da ciò si evince che l’azienda ritenga la sua struttura di governo adatta.dimissioni di Mark Zuckerberg

Le critiche a Mark Zuckerberg non finiscono qui; ecco l’opinione di Michael Frerichs, Tesoriere dello stato dell’Illinois, che ha investito 35 milioni di dollari in Facebook:

“(Zuckerberg) non è responsabile nei confronti di nessuno, non verso il consiglio o gli azionisti, il che è una cattiva pratica di corporate governance. È il capo di se stesso e chiaramente questo non ha funzionato”

Ogni volta sempre la stessa storia

Già l’anno scorso erano state proposte le dimmissioni di Mark Zuckerberg dalla carica di CEO di Facebook,ma queste ultime sono state respinte molto velocemente dal CEO.La stessa cosa è successa a Maggio con un grande malcontento degli investitori.Questo fa capire che il rapporto tra Facebook e  i suoi investitori non è dei più rosei.

Leggi anche
Germania : Multa di 500.000 € per le notizie false sui social network

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui