Spese folli al Ministero del Esteri ? Ci pensa Anonymous con Antisec Italy !!!

Qualche ora fa su un noto sito web: cyberguerrilla.org, è apparsa la notizia dell’hackeraggio del sito web del Ministero del Esteri, firmato da Anonymous e AntiSec Italy. Insieme a questo post sono state sottratte e rese pubbliche informazioni sui rimborsi spese, nomi e indirizzi email di consulenti e personale vario del Ministero, costi di consulenze, fatture e dettagli su contatti privati con aziende terze.

Di seguito riportiamo le parole che entrambe le società hanno dichiarato:

“Al Ministro Angelino Alfano,
Al Pubblico Ministero Eugenio Albamonte,

Giova ribadire il concetto. A malapena potete gestire le porcate che riuscite a concepire
nel vostro dominio: quello del ladrocinio legalizzato. Se il P.M. Albamonte facesse meglio il
suo mestiere, considerato che lo paghiamo noi, assai più numeroso sarebbe il numero di esseri abietti assicurati alla Giustizia. Ma nulla può costui contro l’odiato potere, contro i suoi amati padroni, vile servo come tanti della stessa risma.

Continuate pure a dilettarvi nelle vostre riunioni al vertice, nelle vostre commissioni…
G7, G8, Intelligence, sorveglianza, terrorismo. Notevoli come voci di spesa da scrivere nel
bilancio statale. A pagare, lo sapevamo già, siamo noi Italiani.

Nel frattempo vogliate gradire la pubblicazione senza censura di parte dei dati sottratti
dai vostri preziosi sistemi informatici.

Purtroppo per voi, nonostante venga ribadito fino alla nausea, c’è un concetto assai semplice che non riuscite ad assimilare: non dimentichiamo, non perdoniamo. Non ci fermeremo. MAI. La ricerca della verità non ammette limiti.

Per questo saremmo noi i criminali? Siamo noi che stiamo riducendo questo Popolo in cenere? O siete voi?

Gli Italiani conoscono la risposta.

We Are Anonymous
We Are AntiSec Italy
We Are Not Criminals
We Don’t Forget
We Don’t Forgive
EXPECT US”

Anonymous

Secondo le prime indiscrezioni si pensa che gli hacker abbiano sfruttato una vulnerabilità in Joomla, una piattaforma CMS. Inoltre che alcuni dei dati resi pubblichi siano stati ottenuti da un attacco fatto qualche tempo fa, ma non dovrebbero esserci dubbi sulla loro autenticità. In aggiunta dichiarano che altre informazioni saranno pubblicate in breve tempo.

Poche ore fa la Farnesina ha diramato un comunicato dicendo di aver effettuato la denuncia e che ogni fattura della Farnesina e’ regolarmente ispezionata dalla Ragioneria per un amministrazione pulita. Di seguito il link per le dichiarazioni integrali.

Leggi anche
Stockisti chiude, maxi evasione fiscale da 50 milioni di euro

Tech Hardware consiglia di visitare il noto sito web Haveibeenpwned così potrete controllare se la vostra mail, il vostro profilo social sia mai stato hackerato.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui