È passato poco più di un anno da quando Microsoft ha inghiottito il sito di networking professionale LinkedIn. È tardi per capire se l’affare da 27 miliardi di dollari è stato proficuo?

I critici hanno avvertito che Microsoft stava pagando troppo per un business in declino. Altri hanno sostenuto che l’acquisizione più grande di Microsoft si adattava a una strategia di creazione della suite di prodotti Office.

Microsoft e LinkedIn: la loro unione funziona?

Nel secondo trimestre Microsoft ha registrato un fatturato di $ 28,92 miliardi, con un aumento del 12% rispetto allo stesso trimestre dell’anno precedente mentre il contributo di LinkedIn ai ricavi trimestrali è stato di $ 1,3 miliardi, in crescita rispetto gli anni precedenti, anche se ancora troppo presto per poter effettuare un valido confronto.

Eppure, il Chief Financial Officer di Microsoft, Amy Hood ha annunciato: “l’acquisizione sta performando meglio di quanto ci aspettassimo, e penso che oggi potremmo considerarla una tra le risorse più strategiche di quanto pensassimo anche un anno fa”.

LinkedIn inoltre vanta oltre 530 milioni di utenti sulla sua rete professionale, molti dei quali la utilizzano gratuitamente. Ma il servizio contribuisce anche alla linea di fondo di Microsoft attraverso le sue tre divisioni aziendali. Le più grandi, soprannominate “soluzioni per i talenti”, aiutano i reclutatori ad attrarre e trovare posti di lavoro per i lavoratori. Guadagna anche dalla pubblicità sulla sua piattaforma e offre abbonamenti a pagamento per corsi online e accesso premium sulla sua rete.

 

Leggi anche
Mediacom presenta una cornice digitale che si comanda con lo smartphone e due innovative lampade a LED

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui