WPA3

La prossima generazione di sicurezza Wi-Fi è quasi arrivata e offre numerose nuove funzionalità per la protezione dei dati, sia a casa che sulle reti pubbliche.Molti con questa nuova chiave di cifratura si chiedono:”Cosa c’è di nuovo nella WPA3?”.Quindi ecco tutto ciò che devi sapere su WPA3.

La Wi-Fi Alliance ci ha dato un indizio al WPA3 all’inizio di quest’anno al CES, ma questa settimana ha annunciato ufficialmente i dettagli finali. Anche se non sarai in grado di iniziare a utilizzarlo sin da subito, è un grande passo per la sicurezza wireless e da buone notizie per gli utenti che usano laptop e smartphone ovunque.

Cos’è il WPA?

WPA è l’acronimo di Wi-Fi Protected Access ed è una serie di protocolli di sicurezza progettati per salvaguardare il tuo traffico Wi-Fi. Quando ti connetti a una rete Wi-Fi e inserisci una password, WPA gestisce la “stretta di mano” che si svolge tra il tuo dispositivo , il router e la crittografia che protegge i tuoi dati. C’è una buona probabilità che la rete domestica utilizzi WPA2, la versione corrente di questo protocollo.

WPA2 è in circolazione dal 2004 e, sebbene sia notevolmente migliorato rispetto ai suoi predecessori, WEP e WPA, non è perfetto (non c’è sicurezza informatica). Ora, oltre un decennio dopo, WPA3 è finalmente in arrivo con una serie di nuovi miglioramenti.

WPA3

Cosa c’è di nuovo nella WPA3?

Adesso ecco la vera risposta alla domanda “Cosa c’è di nuovo nella WPA3?”.WPA3 migliora il Wi-Fi nei seguenti modi:

Le password sono molto più difficili da decifrare. Con WPA2, un utente malintenzionato può acquisire alcuni dati dal tuo stream Wi-Fi, andare a casa e eseguirlo tramite un attacco basato su un dizionario per provare a indovinare la tua password. WPA3, d’altra parte, richiede agli aggressori di interagire con il tuo Wi-Fi per ogni password che indovina, rendendo molto più difficile e dispendioso in termini di tempo. Ciò è particolarmente utile se si utilizza una password debole sulla rete (anche se davvero non dovrebbe, dato quanto sia facile creare una password forte e facile da ricordare).

I tuoi vecchi dati saranno più sicuri. Anche se un utente malintenzionato riesce a capire la tua password, non sarà in grado di fare tutto ciò che potrebbe con WPA2. Il nuovo protocollo supporta la “segretezza di inoltro“, il che significa che se un utente malintenzionato cattura i dati crittografati dalla macchina e poi apprende la password in un secondo momento, non sarà in grado di decodificare i vecchi dati acquisiti. Saranno in grado di decifrare solo i dati appena acquisiti, in modo da poterti proteggere semplicemente cambiando la tua password il prima possibile.

Leggi anche
Spiare Android con My Phone Explorer

I dispositivi Smart Home saranno più facili da configurare con Wi-Fi Easy Connect. Se hai mai provato a configurare un dispositivo Internet of Things sulla tua rete, in particolare uno che non ha uno schermo, sai quanto può essere fastidioso. Innanzitutto è necessario connettere il telefono a una rete separata trasmessa dal dispositivo, quindi selezionare il Wi-Fi di casa da un elenco e così via. Con il nuovo “Wi-Fi Easy Connect” di WPA3, però, sarai in grado di connettere un dispositivo semplicemente scansionando un codice QR sul tuo telefono. (WPA2 includeva una funzionalità piuttosto simile chiamata Wi-Fi Protected Setup, ma conteneva un certo numero di vulnerabilità di sicurezza.)

Le reti Wi-Fi pubbliche saranno più sicure. Gli attuali standard Wi-Fi sono orribilmente insicuri per le reti Wi-Fi aperte (come quella della tua caffetteria locale). Se una rete non richiede una password, sta trasmettendo gran parte dei tuoi dati non criptati, il che significa che gli attaccanti che siedono all’interno di quel bar potrebbero essere in grado di fiutare informazioni personali. Con WPA3, anche le reti aperte crittografano il tuo traffico individuale, rendendole molto più sicure da usare.

WPA3 include anche una crittografia più potente per il Wi-Fi aziendale, sebbene la maggior parte degli utenti domestici non debba preoccuparsi di ciò. In effetti, gli utenti domestici non dovranno preoccuparsi di nulla: la connessione a una rete protetta WPA3 è esattamente come connettersi a qualsiasi altra rete Wi-Fi protetta da password. Dovrai solo assicurarti che il tuo router di casa supporti WPA3 e sia acceso.Questo è cosa c’è di nuovo nella WPA3.WPA3

Quando potrò utilizzare WPA3?

I produttori sono già al lavoro per ottenere l’hardware imminente certificato per WPA3, ma non aspettatevi di usarlo la prossima settimana. I nuovi prodotti con supporto WPA3 inizieranno ad apparire nel prossimo anno, ma la Wi-Fi Alleance non prevede un’adozione diffusa fino alla fine del 2019.

Ma i dispositivi vecchi?

Inoltre, non è chiaro quanti dispositivi più vecchi riceveranno gli aggiornamenti software per supportare WPA3. Alcuni potrebbero, ma ci sono buone probabilità che abbiate bisogno di un nuovo router per usare b, anche se con 802.11ax all’orizzonte, probabilmente vorrete comunque un nuovo router per i miglioramenti di velocità e segnale forniti da AX.

Leggi anche
Come generare una password sicura

Anche allora, il tuo laptop, smartphone e altri dispositivi dovranno essere compatibili con WPA3 per sfruttare le nuove funzionalità di sicurezza, quindi sarà probabilmente un cambiamento graduale. Fortunatamente, Wi-Fi Alliance continuerà a supportare WPA2 per un po ‘e nel frattempo WPA3 sarà retrocompatibile con i dispositivi WPA2. Pertanto, anche se disponi di vecchi dispositivi, sarai comunque in grado di collegarti ai nuovi router WPA3 mentre aspetti di aggiornare tutti i tuoi dispositivi.Speriamo che questo articolo abbia risposto alla domanda da molti fatta:”Cosa c’è di nuovo nella WPA3?”.Se volete altri chiarimenti chiedete sul gruppo facebook “Tech Hardware-Comunity“.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui