Nuova grana per Intel, le cui falle di sistema stanno impattando non solo l’utenza ma anche la credibilità, e di conseguenza la borsa.

Dei ricercatori della sicurezza hanno scoperto una vulnerabilità di tutte le CPU Intel Core e Xeon, questa falla è un exploit dell’ottimizzazione delle performance, che è stata chiamata “Lazy FP State Restore”, e può essere utilizzata per ottenere ad esempio chiavi di decriptazione usate per proteggere dati sensibili. Questa vulnerabilità affligge tutte le micro architetture Intel x86 a partire da Sandy Bridge.

Il “Lazy FP state restore” può sottrarre dei dati all’FPU (Floating-point Unit) per ottenere chiavi di decriptazione che proteggono dati sensibili di applicazioni attive. Intel sta già lavorando con tutti i produttori più popolari di OS per trovare una soluzione al problema.

 

 

Leggi anche
Proiettore laser Xiaomi con Android TV in Europa ?

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui