Continua lo sviluppo dell’app per bambini da parte di Facebook nonostante le critiche degli esperti. Parliamo di Messenger Kids l’applicazione consente ai ragazzi di età inferiore ai 13 anni di chattare con amici e familiari. L’applicazione non visualizza annunci e consente ai genitori di approvare i messaggi dei propri figli,  nonostante le critiche che pensano sia una  trovata volta ad attirare i bambini verso l’uso dannoso dei social media Facebook sta continuando la distribuzione sorvolando i commenti negativi.

Facebook va avanti con l'app per bambini nonostante le critiche degli esperti

 

Alcune settimane dopo il lancio, circa 100 esperti esterni si sono uniti per fermare lo sviluppo dell’applicazione. Secondo Facebook l’app è sicura infatti l’azienda si difende affermando che è impegnata nella creazione di prodotti incentrati al miglioramento della sicurezza in ambito familiare. Il suo scopo è  quello di voler controllare ovvero poter ascoltare i genitori e gli esperti, compresi i critici. Possiamo affermare inoltre che non ha contenuti pubblicitari ed è il frutto di un lungo lavoro preparatorio fatto insieme a esperti e docenti universitari oltre che ad associazioni nazionali come la PTA (Parent-Teacher Association). Ma non è per tutti così. Secondo Micheal Brody, membro dell’American Academy of Child and Adolescent Psychiatry, “Facebook vuole costruire un mercato tale da poter agganciare gli utenti del futuro”

Leggi anche
Amazon è la regina del web: fatturato da capogiro.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui