siti adult relazioni

I siti adult sono ormai da decenni oggetto di controversia. Secondo alcuni, una società aperta e avanzata deve avere come caratteristica fondamentale un’ampia diffusione di siti per adulti, e ultimamente di società liberali ce ne sono sempre di più. Questo ha portato i siti per adulti ad essere enormemente diffusi.

Alcune statistiche indicano che il 15% dei contenuti per adulti proviene dall’Europa e che i siti erotici siano visitati da circa 70 milioni di persone ogni settimana, il più delle volte da ultracinquantenni; per quanto riguarda l’Italia, è il quarto paese europeo con il maggior numero di utenti di pornografia on-line.

Cosa ha portato i siti adult ad avere così tanto successo?

Perché hanno così tanto successo i siti adult

La produzione di materiale erotico allo scopo di eccitare sessualmente non è un’invenzione moderna, è vecchia quasi quanto il mondo. Nei secoli anteriori, però, risultava piuttosto difficile produrre materiale pornografico, cosa che lo rendeva disponibile a una fascia limitata di persone, soprattutto i più abbienti.

Con l’avvento della fotografia e del cinema, le cose subirono un profondo cambiamento. La pornografia diventò alla portata di ogni classe sociale, sia in termini di costi che di disponibilità.

Successivamente, la diffusione dei videoregistratori diede modo al fenomeno di svilupparsi ancora di più in quanto era più facile conservare, duplicare ed ottenere una videocassetta rispetto a una fotografia o ad una bobina cinematografica, con la comodità di vederla in casa propria.

Negli ultimi tempi, con l’avvento di Internet, hanno iniziato a diffondersi a macchia d’olio i siti per adulti, quindi non solo siti contenenti pornografia esplicita ma anche chat room erotiche e simili. In ogni paese o città ci sono donne ed uomini in cerca di un partner per una notte hot; ad esempio, su incontri.es ci sono donne che cercano uomini a Rieti.

Una ragione fondamentale alla base del successo dei siti per adulti è stato il cambiamento che l’opinione pubblica manifesta al riguardo. La facilità con cui si può accedere a questo tipo di pagine web ha contribuito a renderle più accettabili.

Siti per adulti: un fenomeno accettato

I punti di vista delle persone riguardo ai siti per adulti sono ambivalenti perché ormai si considera un fenomeno socialmente accettato.

In prima fila nell’alimentare un punto di vista tollerante verso i siti per adulti ci sono le industrie cinematografica e musicale. Ad esempio molti personaggi famosi seguono mode sempre più trasparenti e i videoclip musicali riproducono contenuti sempre più erotici.

Il risultato è che la società attuale accetta tutto ciò dal quale è costantemente bombardata; di conseguenza nessuno sembra più capace di “scandalizzarsi” di fronte a scene sessualmente provocative. Oltre ad essere un fenomeno accettato, quello dei siti per adulti è anche un fenomeno giustificato. Questo contribuisce notevolmente al loro successo. In che senso?

Alcuni si lasciano influenzare dal fatto che la maggior parte dei siti porno siano pura fantasia e non influiscano negativamente su chi li guardi. Ma la geniale trovata dei suoi creatori si trova proprio qui: la fantasia, lo stesso fattore su cui si basa l’industria pubblicitaria: creare un desiderio in chi non ce li aveva.

I siti per adulti altro non sono che l’ennesima trovata commerciale che fa leva proprio sulla fantasia di milioni di uomini e donne, spingendoli ad acquistare contenuti erotici che non hanno nulla a che vedere con la realtà.

Si potrebbe paragonare l’industria dei siti adult con il cosiddetto cibo spazzatura: gli additivi chimici di cui è caratterizzato lo rendono appetitoso ma privo di nutrienti in grado di beneficiare l’organismo. Perché ha tanto successo? Semplice, perché piace, poco importa se non è salutare.

Il sesso commerciale proposto dai siti per adulti, piace, poco importa se si sta comprando un prodotto che nella realtà non esiste.

Un altro fattore per il quale i siti adult hanno così tanto successo è da ricercare nella scienza: secondo alcuni ricercatori infatti, la pornografia causa una dipendenza molto più potente di quella prodotta dalle droghe. Mentre un tossicodipendente si può curare eliminando dall’organismo la sostanza che ha causato la dipendenza, nel caso della pornografia le immagini restano inglobate nella chimica del cervello, e si possono riprodurre improvvisamente anche a distanza di anni, facendone una “sostanza” dalla quale è impossibile disintossicarsi.

Fonte

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui