Recensione Sony FE 85mm f/1.8

Indice

Introduzione

Benvenuti seguaci di Tech Hardware alla recensione del Sony FE 85mm f/1.8, ottica Sony per formato Full Frame, che si presenta come l’offerta di fascia bassa dell’azienda per questa lunghezza focale. Fa un po’ ridere chiamarla tale date le prestazioni incredibili, tant’è essa si pone dietro al Sony FE 85mm f/1.4 GM e lo Zeiss Batis 85mm f/1.8, ben più costosi. Andiamo quindi a scoprire insieme cosa può offrire Sony con il suo 85mm di fascia “bassa”, dal costo di circa 600€.

Aspetto esteriore e costruzione

Beh come iniziare senza sembrare estasiati… beh non si può. Avere un 85mm con una qualità del genere, in delle dimensioni così compatte è una manna dal cielo. Potete infatti vedere sotto esso come appare di fianco ad un Sigma Art 85mm f/1.4 con adattatore Sigma mc-11 annesso. Credo il confronto non abbia bisogno di ulteriori commenti.

Recensione Sony FE 85mm f/1.8
Sony FE 85mm f / 1.8 e Sigma Art 85mm f / 1.4

La costruzione è veramente ottima, non è metallo ma sicuramente non lo fa rimpiangere. Non che l’assenza di metallo sia esclusivamente un difetto, date le ben note problematiche che tale scelta comporta. Difatti soprattutto con cambi di temperatura il rischio di far comparire della condensa tra le lenti è molto alto, e farla andare via richiede tempo, con conseguente impossibilità operativa.

Recensione Sony FE 85mm f/1.8

A parte ciò, proseguiamo parlando dell’ottimo paraluce annesso, e del pulsante veramente eccezionale presente sul corpo dell’ottica. Questo sarà infatti personalizzabile a nostro piacimento tramite la fotocamera. Attenzione che con le serie 1 della A7 ciò non sembra essere possibile. Dunque tale feature è esclusiva per i possessori delle serie 2 e 3.

Recensione Sony FE 85mm f/1.8

Che dire per riassumere… il design è molto ergonomico, al tatto è un’ottica sicuramente di piacevole manifattura, e la ghiera è veramente scorrevole e facile da utilizzare. Sony lo propone come resistente ad acqua e polvere, seppur non sono presenti parti in gomma nella parte di aggancio al corpo.

Nitidezza

Potremmo far vedere esclusivamente il grafico, ma cercheremo di commentarlo anche: pazzesca.

Recensione Sony FE 85mm f/1.8
Risultati immagini per Sony 85 1.8 mtf

Da ciò è possibile vedere come la nitidezza ai bordi non cali, e già a TA raggiunga risultati incredibili. La diffrazione non è invasiva sino ad f/22, apertura che probabilmente non userete mai data la natura dell’ottica. Di seguito vi proponiamo delle immagini esplicative, con il quale potrete constatare voi stessi la diversa nitidezza delle immagini. I test sono stati eseguiti con una Sony A7, preferendo evitare l’utilizzo della A7R2, per rimanere sui 24mpx che sono sicuramente ben più diffusi come densità.
Di seguito vi mostriamo un crop eseguito su un ritratto:

Leggi anche
Presentato il nuovo Tamron 17-35mm f/2.8-4 Di OSD
Recensione Sony FE 85mm f/1.8
1/100 f / 1.8 iso 200

Recensione Sony FE 85mm f/1.8

Che dire, inutile aggiungere altro. Riguardo la nitidezza siamo veramente al top, e chiedere di più significherebbe pretendere effettivamente troppo.

Bokeh

Qui purtroppo entriamo in un corridoio abbastanza buio. Se infatti la nitidezza e l’ergonomia possono far gridare al miracolo, qua purtroppo Sony non lo ha potuto fare. Nelle immagini a seguire, potrete vedere come infatti la qualità e l’uniformità dei punti luce sia veramente scadente, con un declino enorme tra il centro ed i bordi.

Recensione Sony FE 85mm f/1.8
1/60 f / 1.8 iso 3200

E’ complesso inoltre ottenere un bokeh soddisfacente di una figura intera. Purtroppo l’apertura di f/1.8 si fa sentire, con conseguenze chiare e marcate rispetto al fratello maggiore f/1.4.

Recensione Sony FE 85mm f/1.8
1/60 f / 1,8 iso 100

Risultati migliori si possono ottenere alla minima distanza di messa a fuoco con soggetti di piccole dimensioni, come potete infatti notare dalle immagini in basso.

Recensione Sony FE 85mm f/1.8
1/1000 f / 1.8 iso 100
Recensione Sony FE 85mm f/1.8
1/1600 f / 1.8 iso 100

Non si può chiedere i miracoli, ma oggettivamente per la cifra di 600€ è possibile trovare di meglio se si guarda tra le ottiche manuali. Se invece si necessita di autofocus, come rapporto qualità prezzo questa lente sbaraglia le altre offerte sul mercato.

A chi la consigliamo?

Beh in questo caso bisogna riconoscere a Sony come è stata capace di creare un’ottica eccezionale per la cifra richiesta. Costruzione ottima, nitidezza esemplare, bokeh accettabile. In sostanza quest’ottica può veramente rappresentare una valida scelta sia per i professionisti che per gli amatori, date le sue caratteristiche ottime in ogni campo. Anche l’autofocus è molto valido, in video se associato ad una macchina come la A7R2 è difficile che sbagli a tracciare un soggetto. Ciò è anche aiutato dall’apertura di f/1.8 che non genera una pdc così risicata, ed i moduli AF ringraziano.
Da notare poi come le aberrazioni cromatiche non siano così marcate come può trasparire da alcune recensioni online, e spesso risolvibili con un click.
Viene da dire come in conclusione quest’ottica sia consigliabile a tutti. Gli unici che potrebbero non esserne soddisfatti sono rappresentati dai professionisti del settore che ad esempio necessitano di bokeh incredibili o nitidezza ancora più elevata, magari per stampe enormi o per fotografie da inserire in rinomate riviste. Ma ora diciamocelo… veramente tali individui hanno bisogno di leggere una recensione di un’ottica di fascia bassa? Ne dubitiamo fortemente.

Leggi anche
Finalmente svelate le nuove mirrorless Nikon Z6 e Z7

Test sul campo

Le immagini sono tutte scattate a tempi variabili con apertura f/1.8, con nessun tipo di postproduzione.

 

Considerazioni finali

Giunti alla fine di questa recensione, siamo piacevolmente sorpresi e contenti di aver testato un’ottica simile, e non neghiamo come questa non abbia posto nel nostro corredo esclusivamente a causa di un mostro chiamato… Sigma Art. Diciamocelo, la differenza tra i due è importante, e per gli amanti della qualità estrema, sarebbe falso consigliare il Sony rispetto al Sigma. Però non tutti hanno necessità estreme, e non tutti hanno la voglia soprattutto di girare con un cannone attaccato alla macchina. Sono scelte, ed anche in un corredo professionale, questo Sony potrebbe trovare posto per tutte quelle uscite nel quale si vuole rimanere leggeri pur avendo un’ottica di qualità.
Il prezzo dell’usato inoltre tiene in maniera insensata, difatti troverete questo Sony FE 85mm f/1.8 a circa il 10% in meno rispetto al nuovo, non di più. Dunque il guadagno di acquistarlo usato è pressoché irrisorio.

In conclusione è sicuramente un’ottica che alla cifra di 600€ vi consigliamo ampiamente, con tutte le riflessioni del caso fatte precedentemente.

Se volete supportarci, potete acquistare l’ottica direttamente qui in basso.

 

 

RASSEGNA PANORAMICA
Nitidezza
Bokeh
Qualità costruttiva
Uso quotidiano
Prezzo

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui