Durante questi giorni, all’IFA di Berlino, Huawei ha annunciato un nuovo processore, il Kirin 980 che darà del filo da torcere allo Snapdragon 845.

Specifiche:

È il primo processore mobile a 7nm, costruito con la CPU Cortex-A76 ARM insieme alla GPU Mali-G76, con un modem per smartphone Cat.21 che supporta velocità fino a 1,4 Gbps e che può supportare RAM LPDDR4X a 2,133 MHz. Il Kirin 980 ha 6,9 miliardi di transistor anche se è poco più grande di una miniatura.

Kirin 980

Per costruire questo processore Huawei ha impiegato ben 3 anni impiegando oltre 1.000 esperti di progettazione di semiconduttori e sfornando oltre 5.000 prototipi di ingegneria. Il risultato finale è circa il 20% di miglioramento della velocità e il 40% di riduzione del consumo energetico rispetto alla precedente generazione di Huawei.

Davanti alla new entry si pone un rivale:

Huawei con il Kirin 980 dichiara a tutti gli effetti guerra allo Snapdragon 845 di Qualcomm, il chip che è inserito praticamente in ogni telefono di punta Android non prodotto da Huawei. Vale la pena notare che l’845 è uscito da molti mesi, mentre il 980 di Huawei è fresco di fabbrica non sarà in alcun dispositivo al dettaglio fino al prossimo mese.

Sul fronte della velocità di connessione, Huawei afferma che il Kirin 980 ha una larghezza di banda del 20% migliore e una latenza inferiore del 22% rispetto allo Snapdragon 845. In termini pratici, ciò significa un’incremento prestazionale sull’avvio delle singole app. Nelle applicazioni di gioco, il 980 ha dimostrato di produrre frequenze  di fotogrammi superiori del 22% rispetto all’ 845 e il suo consumo energetico inferiore del 32%.

Leggi anche
IFA 2018: MSI si fa in tre

Settore fotografico:

Le prestazioni fotografiche sono un altro importante aggiornamento per il chip Kirin. Utilizzando un nuovo ISP doppio (processore che lavora sull’immagine) il Kirin 980 è il 46% più veloce nell’elaborazione della fotocamera rispetto al suo predecessore, con un miglioramento del 23% in termini di efficienza energetica durante la registrazione e il 33% di miglioramento della latenza.
In una nota Huawei sottolinea come

"Gli ingenieri Huawei prendono molto seriamente l'AI nella realizzazione dei chip"

Huawei ha raddoppiato le sue aspirazioni di elaborazione AI, aggiungendo una doppia unità NPU (unità processore neurale) al Kirin 980, in questo modo può eseguire attività di riconoscimento di immagini con supporto AI alla velocità di 4.500 immagini al minuto.

Snapdragon si ferma sulla soglia delle 2371 immagini.

L’AI, secondo quando detto da Huawei, aiuta anche l’efficienza energetica di Kirin 980, in quanto Huawei afferma di utilizzarla per renderlo più reattivo alle esigenze dell’utente – sia quando il chip ha bisogno di più potenza, sia quando il processore viene sfruttato di meno.

L’architettura di Kirin 980 ha 8 core: 2 destinati alle prestazioni turbo, 2 per prestazioni a lungo termine e gli altri quattro sono utilizzati per massimizzare l’efficienza energetica quando il telefono è in standby o comunque quando non sono attivi processi energivori.

L’architettura vincente:

Kirin 980 offrirà una velocità in termini di rete internet sbalorditiva, se pensiamo che arriva ad avere una connessione pari a 1732 Mbps che è molto più alto dello Snapdragon 845 che invece ha una velocità pari a 866 Mbps con un modem Qualcomm mentre 1083 Mbps con un modem di terze parti.

Il Kirin 980 al momento sembra sia il processore vincente almeno in questo confronto, riuscirà Qualcomm a sviluppare qualcosa che possa reggere il confronto?

Huawei equipaggerà i prossimi telefoni con il Kirin 980, in particolare inizierà con il Mate 20 e il suo sub-brand Honor, con Magic 2 entro la fine dell’anno.

https://www.theverge.com/2018/8/31/17803682/huawei-kirin-980-processor-soc-qualcomm-snapdragon-845-ifa-2018

Leggi anche
Benchmark i7-9700K: i primi risultati su Geekbench

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui