Indice

Introduzione

Bentornati amici di Tech Hardware, quest’oggi ci occuperemo di recensire uno degli ultimi case di casa Cooler Master. Stiamo parlando del MasterBox Lite 5.

Il MasterBox Lite 5 è proposto ad un prezzo decisamente aggressivo che lo fa posizionare nella fascia entry level del mercato. Senza indugiare oltre, iniziamo l’analisi del case.

Chi è Cooler Master

Cooler Master è un produttore taiwanese che si occupa di numerosi articoli che spaziano dai case per computer a dissipatori, ventole e periferiche da gaming.

Nata a Taipei nel 1992 grazie a Roger Lin, Cooler Master si è fatta largo nel mercato informatico producendo ottimi dissipatori dall’alto rapporto qualità/prezzo.

Nel corso degli anni l’azienda ha riscosso enorme successo affermandosi sul mercato grazie ad i suoi dissipatori ed, a partire dal 2004, è riuscita a conquistare il cuore degli appassionati di computer grazie al CM Stacker.

CM Stacker

Con il passare degli anni Cooler Master ha proseguito l’espansione della gamma dei suoi prodotti introducendo alimentatori, dissipatori a liquido all in one (AIO) e periferiche da gaming.

Nel 2015 infine, Cooler Master ha cambiato marcia esordendo con lo slogan “Make It Yours” introducendo la serie MasterCase con il quale sta riscuotendo notevole successo dalla stampa e dagli appassionati.

Packaging, Bundle e prime impressioni  

Il Cooler Master MasterBox Lite 5 viene commercializzato all’interno di una compatta confezione in cartone riciclabile.

Lungo le facciate principali, vengono riprodotte delle rappresentazioni stilizzate del prodotto mentre lungo le facciate corte è presente una descrizione del case e le caratteristiche tecniche.

All’interno della robusta scatola, il prodotto è protetto da due gusci in polistirolo e da una busta in plastica. Sulla finestra in plexiglas e sul frontale invece, è presente una pellicola trasparente protettiva.

Il bundle è ricco e completo e consta di due confezioni distinte.
La prima è in cartone e contenuta all’interno del case. Essa contiene i due dettagli del frontale in colorazione nero e bianco.
E’ infatti possibile poter cambiare agevolmente i frame in base alla colorazione della propria build. Cooler Master fornisce anche lo schema 3d per la stampa autonoma al seguente link.

La seconda confezione si trova sotto la psu cover e comprende tutte le viterie necessarie al montaggio, una serie di distanziali da montare e dieci fascette in plastica per agevolare l’utente al cable management.

Completa il tutto un foglio con le varie istruzioni e dettagli per la garanzia.

Specifiche tecniche

Nome prodottoMasterBox Lite 5
Seriale modelloMCW-L5S3-KANN-01
Colori disponibiliBlack
MaterialiAcciaio SECC,  Plastica
Dimensioni (LxSxH)468.8 x 200 x 454.5mm
Supporto schede madriATX, Micro-ATX, Mini-ITX
Slot espansione7
Drive Bay5.25″No
Combo 3.5″ / 2.5″2
SSD1
Pannello I/OUSB 3.0 x 2
Audio in / out
Ventole pre installatePosteriore120mm x 1 black fan
Ventole installabiliFrontali120mm x 3 / 140mm x 2
Posteriori120mm x 1
Liquid Cooling SupportoFrontale240mm / 280mm / 360mm radiator (limited) up to 50mm thickness without fan
Posteriore120mm x 1
Spazio installazione componentiDissipatore CPU160mm
Alimentatore180mm
Scheda video400mm
Spazio per i cavi15mm – 35mm
Filtri AntipolvereFrontali, inferiori
Supporto installazione alimentatoreInferiore, ATX
EAN Code4719512059685
UPC Code884102032073

Analisi esterna

Il case si presenta esternamente con le pellicole di protezione su finestra in plexiglas e frontale in plexiglas per prevenire le abrasioni. E’ infatti evidente la pura vocazione gaming da parte di questo case con i suoi dettagli rossi e le sue linee spigolose.

 

Il frontale DarkMirror in plexiglas fumé, offre la possibilità di poter vedere attraverso di esso soprattutto con l’utilizzo di ventole a led. Decisamente niente male anche la possibilità di poter sostituire i dettagli rossi con quelli bianchi o neri (offerti in bundle).

Leggi anche
Antec presenta un nuovo case Mini ITX certificato da EK Water Blocks

Il reparto espandibilità consta di 7 slot per il montaggio di periferiche pci-e. La singola ventola fumé posteriore da 120mm (1200rpm) è preinstallata e traslabile in altezza.

L’alimentatore è facilmente installabile rimuovendo la gabbia posteriore ed inserirlo facendolo adagiare sui gommini interni che aiutano a smorzare ulteriormente le vibrazioni.

Sul lato sinistro possiamo apprezzare l’enorme finestra in plexiglas fumé. Essa è protetta da una pellicola esterna. I bordi ed angoli della finestra sono levigati per prevenire graffi ed abrasioni dovuti al montaggio.
Le quattro viti free tool si adagiano su supporti in gomma per prevenire vibrazioni della paratia durante il funzionamento.

 

Davvero un peccato il top del case, unico vero limite. Non sono presenti feritoie diversamente dai fratelli più grandi e non è possibile installare alcuna ventola. Poco male, tutto questo è servito a mantenere il case compatto.

Il pannello I/O frontale consta del grande tasto di accensione frontale con led accensione, entrate headset audio, tasto reset e led hard disk sulla destra oltre che di due USB 3.0.

 

Sul fondo del case sono presenti i piedini in plastica con il fondo gommato antiscivolo ed antivibrazioni. In corrispondenza dell’alimentatore è presente un filtro d’aria removibile per la corretta aerazione.

In generale certamente apprezzabile la qualità delle plastiche e cura delle verniciature, davvero resistenti e prive di difetti.
Positivo anche il riscontro solidità da parte della struttura e dei due pannelli laterali, soprattutto se raffrontato al peso davvero contenuto.

Analisi interna

Dopo aver analizzato gli esterni del case, procediamo all’analisi delle features interne. Iniziamo dal pannello destro, spesso trascurata nei case di fascia entry level.

Cooler Master ha svolto un lavoro egregio con il Masterbox Lite 5. I cavi del pannello frontale sono di lunghezza adeguata, sono inoltre presenti tantissime asole di fissaggio per fascette per aiutare l’utente nel cable management.

Lo spazio offerto tra tray e paratia destra è interessante e varia da un minimo di 15mm (nel punto più stretto) ad un massimo di 35mm nel punto più largo.

Sotto la psu cover troviamo l’alloggiamento per due hard disk da 3,5″ con montaggio di tipo Tool Less, i quattro supporti antivibrazione per l’alimentatore, le varie feritoie passacavi e la griglia di aerazione per l’alimentatore. All’occorrenza è possibile montare unità da 2,5″ utilizzando le apposite viti fornite in dotazione.

Il frontale è davvero versatile. Rimuovendo il frontale Dark Mirror si ha accesso alle varie slitte per il montaggio di ventole.
E’ infatti possibile installare fino a tre ventole da 120mm o due da 140mm.

Come impone la moda odierna, non sono disponibili slot da 5,25″ per installazione di lettori ottici.

L’interno del MasterBox Lite 5 è ben strutturato ed offre tanto spazio sia per configurazioni entry level, sia per configurazioni di alto livello. I grandi fori passacavi purtroppo non sono provviste di asole in gomma ma sono comunque rifinite e prive di sporgenze taglienti.

I fori sono situati nella giusta posizione e non sono stati riscontrati problemi durante il montaggio. E’ possibile installare internamente un SSD o Hard Disk da 2,5″ in due posizioni grazie al supporto incluso.

La psu cover offre una griglia di aerazione sulla parte superiore per migliorare l’airflow per le unità disco. Notevole lo scasso frontale che non viene disturbato dal cestello degli hard disk da 3,5″.
E’ infatti possibile installare sul frontale ventole e radiatori fino a 360mm e 50mm di spessore.

Leggi anche
Recensione Noctua NH-U12S

Come già anticipato, purtroppo nessuna possibilità di montaggio di ventole sul top del case.

Installazione componenti

Procediamo all’installazione dei componenti. Per questa build ci siamo avvalsi delle componenti adatte al target a cui viene offerto.

Abbiamo installato quindi, una scheda madre Asus Z170 Pro Gaming Aura, un i5 6600k, una scheda video Nvidia GTX 1060 PNY 6gb, un ssd Sandisk Extreme II 240gb ed un alimentatore decisamente sovradimensionato, un EVGA Supernova G2 850w, utile per verificare gli spazi in caso di montaggio di alimentatori di alto livello.

Per quanto riguarda il reparto raffreddamento abbiamo utilizzato l’ottimo Noctua NH-U14S. Sul frontale invece abbiamo utilizzato due Noctua Industrial F12.

L’assemblaggio delle componenti si è dimostrato davvero semplice ed alla portata anche degli utenti meno esperti.

La resa da parte del frontale è davvero accattivante. Il frontale DarkMirror è in plexiglas fumè offre un notevole impatto estetico restando al contempo elegante. Sicuramente con delle ventole a led (non incluse) l’impatto estetico sarà ulteriormente rafforzato.

Sul frontale sono state montate le ventole con i supporti inclusi nel case. Davvero rapido e semplice il montaggio delle ventole, adatto anche agli utenti meno esperti.

Sul pannello destro gli spazi sono più che sufficienti ed il cable management non è certo un problema.
Grazie alle dieci fascette in plastica ed ai numerosi punti di fissaggio, la gestione dei cavi risulta notevolmente semplificata.

Il foro del tray è grande e semplifica la vita degli utenti in caso di montaggio di sistemi di dissipazione aftermarket.

Il case consente l’installazione di sistemi ad aria fino a 160mm, in questo caso il nostro NH-U12S non è stato un problema.
La ventola posteriore opera ad un regime di rotazione di 1200rpm massimi, una velocità nella media per le ventole incluse.

Osserviamo nel dettaglio la paratia in plexiglas. La paratia di questo MasterBox Lite 5 é fumé con gli angoli arrotondati ed appena smussati.
Il montaggio è semplice ed avviene grazie alle viti di tipo tool less e, grazie ai supporti in gomma, assicura silenziosità e basse vibrazioni.

Notare nel dettaglio i contorni della paratia: essi sono opachi per circa 15mm per prevenire i graffi dovuti al montaggio.

L’aspetto fumé della paratia tende a scurire l’interno del case, con l’utilizzo di una striscia led la nostra build avrà sicuramente un aspetto accattivante.

Considerazioni finali 

Cooler Master è riuscita a realizzare un prodotto di rilievo nella serie Masterbox con questo Masterbox Lite 5.

La buona qualità delle verniciature, la cura dei dettagli è notevole nonostante sia venduto come un case di fascia entry level.

Se da un lato siamo rimasti sorpresi da alcune “chicche” come il frontale personalizzabile DarkMirror, la possibilità di montare AIO fino a 360mm e la paratia totalmente in plexiglas, dall’altro siamo rimasti piuttosto scettici e delusi sulla scelta di offrire una ventola abbastanza anonima e non dare la possibilità di poter installare ventole sul top.
Probabilmente la scelta sarà ricaduta sulla preferenza di offrire un case compatto ma allo stesso tempo versatile.

Nonostante tutto possiamo dire che per il prezzo a cui viene offerto, ovvero circa 50€, ci sono davvero pochi case con queste qualità estetiche in grado di competere.

Se invece vi interessano le pure performance di raffreddamento, vi consigliamo di andare sulla serie MasterCase in quanto offrono la possibilità di installare ventole anche sulla parte alta.

 

RASSEGNA PANORAMICA
Prezzo
Opzioni di raffreddamento
Packaging e bundle
Qualità costruttiva e semplicità di installazione
Estetica

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui