Indice

Introduzione

Bentrovati seguaci di Tech Hardware alla recensione di questo piccolo gioiellino tecnologico:la ASUS ROG Claymore. Tastiera veramente interessante, rappresenta uno dei prodotti di fascia enthusiast dell’azienda per quanto riguarda le periferiche da gaming. L’aspetto estetico poi presenta una trama veramente splendida ripresa dalle popolazioni Maya, che difficilmente può non essere apprezzata. Il prezzo di circa 200€ non la renderà probabilmente un best-buy, ma sicuramente per chi non bada a spese, può essere un acquisto da considerare.

Chi è Asus

ASUS è un’azienda con sede a Taipei, di cui sicuramente avrete sentito parlare. Si occupa della produzione di schede madri, schede video, lettori ottici, palmari, portatili, telefonini, smartphone, computer, accessori per il networking come modem/router e periferiche da gaming.
La sezione dedicata a quest’ultime è stata rinominata come Asus Rog. Tale fascia di prodotti rientra nella categoria enthusiast, ed i prezzi non sono propriamente alla portata di chiunque. Rimane il fatto che le features e la qualità complessiva dei prodotti offerti, giustificano decisamente un esborso economico di questa misura.

Unboxing, bundle e prime impressioni

La prima impressione è decisamente buona. Tutto è curato nei minimi dettagli, a partire dalla splendida scatola di cartone di cui sicuramente non ci sbarazzeremo.
La tastiera ci arriva protetta adeguatamente, e racchiusa in una splendida sacca di velluto sul quale fa da padrone il logo Republic Of Gamers.
Caratteristica di questa tastiera è inoltre la possibilità di utilizzare a proprio piacimento il tastierino numerico. Difatti nel caso non ne avessimo bisogno, potremmo tranquillamente staccarlo e riporlo dove meglio crediamo.
I materiali al tatto rispecchiano subito la grande qualità costruttiva e di assemblaggio di questa periferica. Ogni parte si unisce alle altre in maniera armoniosa, senza lasciare spazio ad imprecisioni di qualsiasi tipo.

Aspetto ed ergonomia

L’aspetto è sicuramente premium e degno della categoria di appartenenza. Gli ingegneri Asus hanno preso spunto dai Maya per realizzare la trama che riveste la tastiera. La ricercatezza ha portato ad un risultato che in nessun modo può darci l’idea del tamarro, che tanto caratterizza le odierne periferiche da gaming.
La Rog Claymore RGB è composta da tasti in plastica ABS, tagliati a laser e inseriti su switch meccanici di diverso tipo (red, black, blue e brown). La tastiera ha tre zone ad illuminazione RGB. Interessante anche il fatto che i tasti rimangano comunque ben visibili nonostante i led spenti, il ché non è assolutamente da sottovalutare.Come ogni tastiera che si rispetti è possibile regolarne l’inclinazione grazie a due solide leve in plastica, sorrette da una base in gomma, al fine di evitare spiacevoli slittamenti.
Da ricordare inoltre la possibilità precedentemente detta di poter rimuovere a propria discrezione il tastierino numerico laterale.
La digitazione è inutile affermare come risulti ben più che comoda. Alla pressione dei tasti non si accompagna alcun tipo di vibrazione, solamente un flebile suono tutto fuorché fastidioso ( più pronunciato con i cherry mx blue ).

Leggi anche
TerraMaster rilascia il D5 Thunderbolt 3 con 5 bay e supporto per il RAID

Purtroppo la mancanza di un poggiapolsi può essere determinante per alcune persone. Personalmente non la riteniamo una mancanza così grave (non avendone mai sentito il bisogno ), per altri invece potrebbe essere un fattore determinante per la scelta. Che ognuno valuti le proprie necessità.
Dopo una estenuante sessione di gaming di oltre 4h, nessun affaticamento è apparso, né ai polsi né alle dita. Il merito va sicuramente all’incredibile lavoro del team, che unito ai cherry mx red  in prova, hanno creato un mix davvero unico.

Scheda tecnica

Le dimensioni e il peso della periferica sono abbastanza limitate:450,4×140,3×48,6mm per 0,918kg.
Il layout della tastiera è disponibile in Italiano, il ché non è da sottovalutare. Sono molte le aziende che infatti snobbano il settore del gaming italiano, perché a loro ritenere, poco proficuo. La connessione al pc è affidata a un cavo USB 2.0 lungo 1,8mt, ovviamente sleevato.

La tastiera dispone di :

  • Tasti retroilluminati singolarmente con la tecnologia Aura di sincronizzazione RGB LED
  • Tasti completamente programmabili con registrazione macro in real time
  • Tecnologia N-key rollover (NKRO) 100% anti-ghosting
  • Tasti di scelta rapida dedicati al controllo del raffreddamento e funzioni di overclocking esclusive per le schede madri ROG
  • Memoria flash incorporata per salvare i profili e le macro
  • Realizzata in alluminio con trama di ispirazione Maya

Software

La gestione dei 16,7 milioni di colori di ogni tasto e degli undici effetti di luce disponibili è demandata all’ AURA RGB Lighting, un
sistema che permette non solo di personalizzare la periferica, ma anche di sincronizzare le scelte cromatiche tra le varie periferiche ASUS dotate della stessa tecnologia ( fra cui soprattutto le schede madri ).

La presenza dei tasti multimediali dedicati consente di agire sul lettore multimediale e sul volume direttamente dalla tastiera. Funzionalità questa apprezzatissima, la quale evita di passare per il tasto FN che useremo invece per regolare l’illuminazione.

ASUS ROG Claymore

 

Purtroppo è da menzionare l’assenza di qualsiasi tipo di connessione USB o uscita cuffie.

La tastiera possiede un software proprietario di gestione.  Tuttavia non si rende necessario per gestire l’illuminazione o i tasti macro che infatti potranno essere gestiti tramite il tasto FN. Grazie alla pressione del tasto FN +freccia su o freccia giù si potrà navigare tra gli effetti disponibili e utilizzare i tasti FN + DEL oppure FN + END per gestire i colori e l’intensità.ASUS ROG Claymore

Leggi anche
Recensione -Logitech Optical Gaming Mouse G300s

Considerazioni finali

Giunti alla fine di questa recensione, non possiamo fare altro che complimentarci con Asus per l’incredibile prodotto che sono riusciti a produrre. L’aspetto estetico è incredibile, con questa trama effetto Maya che difficilmente non riuscirete ad amare. Il lato tecnico è anch’esso al TOP, come d’altronde tutto in questa periferica. Il prezzo si aggira online intorno ai 200€, ma è possibile talvolta trovarla scontata. Sicuramente è un prezzo impegnativo, ma come già detto, la qualità si paga.

 

RASSEGNA PANORAMICA
Packaging
Uso quotidiano
Estetica
Qualità costruttiva
Prezzo

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui