Indice

Introduzione

Bentrovati seguaci di Tech Hardware alla recensione del mouse di casa Mionix il Naos QG. Per chi non lo conoscesse, tale mouse rappresenta l’offerta di Mionix  per la fascia alta. Il prezzo che si aggira intorno ai 112€ lo rende un’appetibile alternativa ad altre marche, ovviamente nella fascia alta. Seguiteci per sapere cosa ne pensiamo del Mionix Naos QG!

Chi è Mionix ?


Mionix é una azienda Svedese che da anni si prodiga nella creazione di periferiche da gaming di livello qualitativamente molto alto e con un’attenzione al dettaglio potremmo dire maniacale. Recensione Mionix Naos QG

Unboxing, bundle e prime impressioni


Come sempre Mionix non perde occasione di mostrare la sua attenzione riguardo i prodotti, a partire dalla confezione che risulta molto semplice ma allo stesso tempo ricercata.

Sulla parte frontale troviamo una vista verticale del mouse a dimensione reale, con solamente la scritta MIONIX in bella vista, ed il nome del prodotto. Sul lato sinistro si nota una rapida spiegazione dei sensori presenti nel mouse (che approfondiremo nel paragrafo “Sensori BPM, Grs e overlay”) mentre sul lato destro ( lato dalla quale si apre la confezione ) é presente solo la scritta mionix. Sul retro sono riportate le principali caratteristiche del mouse scritte in 18 lingue, un brevissimo elenco del contenuto della confezione e un richiamo al sito internet dell’azienda.

Sul lato superiore é presente solo un laccio per portare la confezione e sul lato inferiore son presenti i codici e le certificazioni del mouse.

Al suo interno troviamo solo il mouse, posto nel suo alloggiamento in plastica termosagomata (e non in cartone come aziende piú blasonate), un manuale molto rapido con le principali indicazioni e numerosi adesivi.

Aspetto ed ergonomia


Giá a primo impatto il mouse sembra ottimo, ben curato e particolare, quando lo si prende in mano se ne ha la conferma: il peso é ottimale, non pesante da risultare faticoso e neanche troppo leggero da sembrar di bassa qualitá. Non c’é possibilità di cambiare il peso tramite pesi aggiuntivi ma non se ne sente la mancanza.
I materiali non sono nobili come in altri mouse di questa fascia ma anche in questo caso non viene pregiudicata la qualita generale: l’utilizzo di una plastica molto dura ricoperta da uno strato superficiale di gomma permette comunque di resistere a diverse ore di gioco senza problemi.

La qualitá del prodotto si nota anche nelle piccole accortezze che la ditta svedese ha sfruttato nel cablaggio: lo sleeve, morbido e resistente, è di ottima fattura. Il cavo complessivamente ha una lunghezza di 2m con connettore placcato in oro e un filtro in ferrite per prevenire i disturbi e le interferenze.

Leggi anche
Recensione Gamdias Hermes M1

L’ergonomia é sicuramente una componente determinante per la scelta del mouse e Mionix fa di questo uno dei suoi cavalli di battaglia. In tutta la sua serie Naos, che ricordiamo essere solo per destrimani, viene utilizzata una scocca pressoché identica e pluripremiata per la sua ergonomia. Risulta infatti adatto sia per mani grandi che per mani piccole o normali, l’impugnatura per cui è pensato è palm o claw, ma anche se lo impugniamo come finger-tip non risulta scomodo, anche se esistono mouse studiati proprio per questa impugnatura.

Aspetto ed ergonomia

Sensori BPM, GRS e overlay
Quello che sicuramente incuriosisce più di tutto il mouse sono i due sensori presenti in grado di visualizzare e registrare in tempo reale le nostre funzionalità vitali come frequenza di battito cardiaco e livello di stress. Questo è possibile grazie ai sensori ai lati del logo, a sinistra per i BPM e a destra per il livello di stress (GSR-Galvanic Skin Response).

Overlay in gioco

Per misurare i BPM viene utilizzata un sensore ottico (PAH8001EI-2G) che stima la frequenza cardiaca misurando la variazione di movimento del sangue all’interno delle vene. Muovendo il mouse é infatti possibile vedere una luce verde emessa dal led all’interno del sensore.

Per il sensore di stress invece vengono utilizzati due elettrodi in rame rivestiti in Nitruro di Titanio che misurano in tempo reale le variazioni elettriche della cute, calcolando quindi il livello di stress. Queste misurazioni rilevano l’impedenza e la temperatura corporea  della pelle umana in diverse situazioni e il principio é lo stesso delle macchine della veritá.

Un valore aggiunto é dato dalla possibilitá di visualizzare in tempo reale, in gioco e/o sul desktop tramite overlay tutti questi valori scaricando l’apposita app per Overwolf, é possibile modificare il colore in giallo, rosso o grigio.

Non sono sicuramente delle features fondamentali per i mouse, ma altrettanto sicuramente lo rendono unico nel suo genere.

Scheda tecnica

Sensore ottico12.000DPI (PMW-3360)
Memoria integrata128kB
Pulsanti programmabili7
LedRGB programmabili
Sensore dell'attività cardiacaSi
Sensore del livello di stressSi
Dimensioni120x85x40 mm
Peso105g

Software


Il mouse é P&P, quindi per poter cominciare ad usarlo è sufficiente collegare la porta USB, ma per sfruttarlo al pieno delle sue potenzialità è consigliabile scaricare il software di gestione Mionix Hub, facilmente reperibile sul sito della azienda.
Questo programma ci permetterà di programmare tutti e 7 i tasti con molteplici funzionalità preimpostate o con macro a seconda delle esigenze. É anche possibile creare diversi profili con diversi schemi di colori (per riconoscerli) e assegnare funzionalità diverse ai tasti. Non è purtroppo possibile creare un tasto “sniper” con la possibilitá di ridurre i DPI solo durante la pressione del tasto scelto.

logo mionix

Il programma risulta molto semplice ed intuitivo da utilizzare, appena avviato si ha una panoramica dello storico del mouse (numero di click, metri percorsi, scroll e giorni di attivitá), il nostro BPM e lo stato di stress.

Leggi anche
Recensione - Logitech Harmony Touch Universal Remote

Passando poi alla sezione di gestione delle performance si puó notare un gran numero di personalizzazioni di seguito elencate:

  • Gestione dei DPI: (da 100 a 12000)
    Oltre alla possibilitá di gestire in maniera indipendente i DPI orizzontali da quelli verticali é possibile creare degli step di dpi a salti di 100DPI
  • Angle Snapping: (ON/OFF)
    Serve a filtrare i micromovimenti durante uno spostamento aiutando a muoversi su una linea retta all’interno del monitor
  • Angle turning: (da -30° a +30°)
    Serve a gestire l’angolazione del mouse che vogliamo per poterci muovere verticalmente ed orizzontalmente.
  • Safety click latency: (da 0ms a 8ms)
    Serve per evitare dei click involontari dati dalla sensibilitá dei sensori utilizzati
  • Lift of distance: (da 0 a 2mm)
    Serve a regolare la distanza massima (tappetino-mouse) entro la quale il mouse deve funzionare
  • Health rate sensor: (ON/OFF)
    Attiva e disattiva il sensore di battito cardiaco
  • Polling Rate: (da 125Hz a 1000Hz )Serve a regolare la frequenza di aggiornamento della posizione del mouse

Attraverso il software é poi possibile aggiornare il Firmware del mouse e gestire i colori dei Led (logo e rotella) con le modalitá di seguito elencate:

  • Solid: gestione indipendente dei due led con colore fisso (RGB)
  • Pulse: gestione indipendente dei due led con effetto simile al battito cardiaco
  • Rainbow: Entrambi i led riprodurranno ciclicamente tutti i colori possibili
  • DPI: Entrambi i led saranno del colore impostato nella sezione “performance” in base al numero di DPI

Una particolaritá é che l’azienza ha deciso di lasciare l’API aperta permettendo quindi anche a terze parti lo sviluppo di software o nuove funzionalitá.

Considerazioni finali

Il Mionix Naos QG si assesta assolutamente tra i migliori mouse in commercio, sia in ambito gaming che di produttivitá. Presenta numerose features interessanti e la possibilità di visualizzare i BPM e il GRS lo rende assolutamente unico nel suo genere. Purtroppo i materiali non fanno gridare al miracolo, e l’aspetto finale del mouse non rispecchia la sua fascia di prezzo.
Potremmo dunque consigliarlo a chi necessita di un mouse ergonomico, e non intende badare a spese. Per il gaming probabilmente c’è di meglio in giro, ma per utilizzo professionale sicuramente la sua sobrietà e le sue features si faranno sicuramente apprezzare.

RASSEGNA PANORAMICA
Prezzo
6
Packaging e bundle
8
Qualità costruttiva
7
Ergonomia
10
Estetica
8
Personalizzazione
6

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui